I nostri Comuni

Apiro

Apiro

Già abitato al tempo dei piceni e poi dei romani, Apiro fece parte del ducato longobardo di Spoleto. Nel 1227 si diede statuti comunali e fu capoluogo della giurisdizione di Valle di San Clemente, organismo indipendente che raccoglieva alcuni castelli della zona. In seguito passò sotto il dominio di Jesi e, dopo la breve dominazione di Francesco Sforza (1433-34), sotto la giurisdizione pontificia fino all’Unità. Apiro sorge su una collina a 516 metri s.l.m. ai piedi del Monte S. Vicino (m. 1479) e conta 2497 abitanti. Il centro storico, ricco di opere d’arte è fortificato da mura castellane, mentre il territorio circostante è di rilevante interesse ambientale. Nonostante il suo apparente decentramento, la città è ben collegata da strade e servizi pubblici, con i grossi centri più vicini della regione: Jesi a 25 Km, Fabriano e Macerata a 45 Km e a 63 Km Ancona, capoluogo della regione.

L´audioguida

La visita

Passeggiando per il centro storico del delizioso paesino fai una sosta nella piazza principale e visita la Chiesa di S. Urbano con la sua splendida collegiata. Sempre nella stessa piazza, all’interno del Palazzo Comunale, potrai vedere una pregevole opera di Allegretto Nunzi di Fabriano (1315-1385), il dipinto in legno “il polittico”. Poco fuori dal centro storico potrai visitare la meravigliosa Abbazia benedettina di S.Urbano (Sec. XI – XIV), sita nell’omonima contrada.

 
Da non perdere

Abbazia di S.Urbano

Per approfondimenti vai alla sezione turismo del sito del comune di Apiro.

Top