I nostri Comuni

Bolognola

Bolognola

Immerso in un ambiente quasi alpestre è circondato dai monti Sasso Tetto, Castel Manardo e Rotondo. Le asperità del territorio hanno condizionato lo sviluppo degli insediamenti, che si articolano per parti distinte e autonome. Per tale motivo, il paese di Bolognola, il più alto delle Marche a 1070 metri slm, è formato da tre nuclei abitati, la Villa di Mezzo, la Villa da Capo e la Villa da Piedi, fondati secondo la tradizione da tre famiglie ghibelline cacciate da Bologna , da cui il nome Bolognola. Ogni centro è organizzato attorno al proprio spazio pubblico, in cui vi è la chiesa, la casa nobiliare e la piazza, che lo rendono autosufficiente rispetto agli agglomerati limitrofi con i quali si collega attraverso una fitta rete di strade e sentieri.

L´audioguida

La visita

In piazza Leopardi sorge la Chiesa di San Michele Arcangelo ricostruita nel 1934 al cui interno si conserva una Madonna del Rosario. Nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie, realizzata in stile barocco nel ‘600, puoi ammirare tele settecentesche e un affresco della Vergine, attribuibile a Girolamo di Giovanni. Di fronte alla chiesa si trova la casa natale del Maestro Filippo Marchetti (1831-1902, compositore). Percorrendo la via Sotto Castello, sovrastata dalle possenti mura della Rocca (XV secolo), giungerai a Villa da Piedi ed alla Chiesa di San Nicolò. Prospiciente alla chiesa c’è il palazzo Primavera dei secoli XVI-XVII, che presenta bellissime sale affrescate. I suoi ampi scantinati, fin dai primi del ’900, erano adibiti a lanificio e tuttora conservano l’antica attrezzatura per la preparazione e la lavorazione della lana. Il Palazzo ospita un Museo delle Bambole. Sul Pincetto si erge il monumento ai Caduti delle due guerre e, più avanti, in piazza Marchetti si trova il monumento alle vittime delle Nevi. Poco distante l’area faunistica del camoscio, dove si possono osservare numerosi esemplari di questa specie che, nel 2006, hanno fatto ritorno nel Parco. A palazzo Maurizi, sede del Municipio, trova spazio anche una mostra permanente su Filippo Marchetti con oggetti e spartiti musicali appartenuti al musicista.

Da non perdere

Il territorio è di notevole interesse paesaggistico. Può essere punto di partenza per escursioni sui Sibillini, come la passeggiata alle Cascate di Acquasanta, in zona boscosa (937 metri) o alla Pintura di Bolognola (1331 metri). È anche stazione di sport invernali con impianti di risalita e strutture ricettive.

Per approfondimenti vai alla sezione turismo del sito del comune di Bolognola.

Top