I nostri Comuni

Fiastra

Fiastra

L’origine del Castrum Flastrae risale all’XI secolo: aveva una superficie di 21.000 metri quadrati, solide mura con torri e all’interno un possente mastio. Qui si rifugiarono nei periodi delle invasioni barbariche gli abitanti della vallata. Nel 1259 il Castello fu acquistato dalla Famiglia Magalotti, conti dei castelli sparsi nel territorio. Fu poi dei Da Varano, degli Sforza e poi di nuovo dei Da Varano fino a quando nel 1447 passò alla Chiesa. Il fiume Fiastra fu successivamente chiamato Fiastrone per l’irruenza delle sue acque in primavera ed in inverno. Oggi è un comune sparso, con sede a Trebbio (732 m slm) che raccoglie vari castelli, di grande valore paesaggistico per la sua posizione tra monti e boschi sulle rive del lago omonimo. Fiastra si trova all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il Centro Visita del Parco ospita il Museo del Camoscio e svolge durante tutto l’anno compiti di educazione ambientale rivolta a scuole e a gruppi di adulti. Nei pressi di Fiastra e del lago molte sono le escursioni possibili alla scoperta delle bellezze naturalistiche del luogo, come quella alle Gole del Fiastrone.

L´audioguida

La visita

La Parrocchiale di San Paolo Apostolo fu costruita nell’XI secolo in forme romaniche. All’interno si trovano, tra l’altro, una tela raffigurante la Conversione di San Paolo del Baciccia, artista genovese, uno dei maggiori pittori del barocco, e una Madonna con Bambino, statua lignea di arte abruzzese. Il campanile della chiesa fu ricostruito nel 1914, sui resti della Torre dell’antico Castrum. Nel Palazzo Comunale è esposta una raccolta archeologica di manufatti di età preistorica (dal paleolitico all’Eneolitico) rinvenuti lungo le sponde del lago di Fiastra, nei periodi di fluttuazione delle acque. In località Fiegni, di notevole interesse artistico è il Santuario di Sant’Ugolino che presenta, nella navata centrale, pitture dei secoli XVI e XVII attraverso le quali è possibile ripercorrere la storia della chiesa locale e della vita del Beato Ugolino, eremita francescano.

Da non perdere

Il lago di Fiastra (640 m slm) è un bacino artificiale realizzato negli anni ‘50 in seguito allo sbarramento del fiume Fiastrone e alla costruzione della diga, alta 85 m. Oggi è frequentato per lo sci d’acqua e per la pesca, soprattutto di trote. In estate è anche balneabile. Sulla riva sudorientale si è sviluppato il moderno centro abitato di San Lorenzo al Lago attorno alla Chiesa di San Lorenzo risalente ai secoli XI-XII che conserva all’interno affreschi duecenteschi e della scuola di Camerino. Dalla spiaggetta di San Lorenzo al Lago ha inizio un sentiero per tutti e che permette di ammirare splendidi panorami e di raggiungere tranquille insenature a ridosso del lago.

Per approfondimenti vai alla sezione turismo del sito del comune di Fiastra.

Top