I nostri Comuni

Fiuminata

Fiuminata

Il suo comune ha sede a Massa (479 metri slm) e le sue varie frazioni sono meta di villeggiatura estiva nel verde intenso dell’Appennino Umbro-Marchigiano che in questa area raggiunge la sua massima altezza con il Monte Pennino (m. 1571 slm). Queste terre, probabilmente, conobbero alcuni insediamenti umani già nell’età del bronzo o alla fine del neolitico come testimoniano alcuni sporadici rinvenimenti di cocci, carboni o punte di frecce in varie località. Tuttavia, la prima presenza umana documentata di un certo interesse è la statio romana posta nella Valle del Frate al confine fra il Comune di Fiuminata e Nocera Umbra. La strada romana scendeva lungo la vallata ed arrivava fino a Pioraco dove superava il Potenza sopra il ponte Marmone tuttora esistente. Con la decadenza dell’Impero Romano gli abitanti si rifugiarono in villaggi posti sulle alture circostanti, dando vita ai vari centri abitati.

L´audioguida

La visita

La chiesa di Santa Maria Assunta conserva una parte originaria del XV secolo nella parete sud, il resto risale ad un rifacimento del secolo scorso. Altri edifici religiosi di rilievo sono la chiesa di San Paolo di Orpiano del XV – XVI sec.; La Romitella di Campottone del XIV sec., già dedicata a San Michele Arcangelo; Santa Maria di Laverino, un edificio antichissimo in cui potrai ammirare uno splendido ciclo di affreschi del XIV–XV sec. ed una Madonna con Bambino e Santi del XVI sec.; la Chiesa di Santa Maria della Spina a Poggio, così chiamata perché secondo la tradizione è stata edificata in seguito ad un’apparizione della Madonna ad una pastorella sordomuta presso un cespuglio spinoso; la Chiesa di San Giovanni Battista a Castello, del secolo scorso, ma la cui facciata appartiene all’edificio originario della fine del XIV secolo e al cui interno ha un fonte battesimale ligneo del XVIII sec. Di epoca medievale è il Santuario (con annesso eremo) della Madonna di Valcora, che risale almeno al ‘300. La Rocca della frazione Spindoli è la costruzione più articolata di Fiuminata, edificata presumibilmente nel XIV sec.. Abbandonata nel XVI sec., andò progressivamente in rovina e i suoi resti furono riutilizzati per altre costruzioni. Esistono altri edifici medievali e anche rinascimentali a Poggio, Laverino, Campottone e soprattutto a Castello. A palazzo Lori è allestito il Deposito di Beni Culturali, intitolato al pittore locale Diotallevi di Angeluccio, pittore della metà del ‘300, che raccoglie le numerose opere d’arte provenienti dalle chiese del territorio, soprattutto opere di soggetto sacro.

Da non perdere

L’ambiente naturale è una spettacolare risorsa per Fiuminata. Qui si trovano diverse aree di valore naturali¬stico e paesaggistico: il Monte Gemmo (m 1250), con l’area di decollo per deltaplani; il Monte Pennino (m 1571); i prati fiori¬ti in località “Le Spiante” (m 1100) e il Monte Merennino (m 950), i laghetti degli Stoni, polle d’acqua in pressione nei pressi di Massa; i boschi secolari; le sorgenti oligomine¬rali e lo stesso fiume Potenza che ha qui le sue sorgenti.

Per approfondimenti vai alla sezione turismo del sito del comune di Fiuminata.

Top