I nostri Comuni

Pioraco

Pioraco

Il fascino discreto di un antico avamposto romano, il colore delle pietre medievali, la leggiadria di un pittoresco paese dell’Appennino ben si compendiano in Pioraco. Il comune di Pioraco si trova a 441m. sul livello del mare, ha un’estensione territoriale di km2 19.480, l’attuale popolazione e’ di 1326 abitanti ed ha una sola frazione, Seppio, che dista circa 3 km. Le origini di Pioraco si fanno risalire alla preistoria, molteplici reperti, attualmente esposti nei musei archeologici di Perugia ed Ancona, testimoniano primitivi insediamenti umani nelle grotte dei suoi monti. Fu in seguito antica “stazio romana”, Prolaqueum, sita sulla Camellaria, diramazione dell’antica Via Flaminia nel tratto Nuceria – Dubios – Prolaqueum – Settempedana (itinerario di Antonino Pio). Nel Medio Evo “e’ castel murato et ha la torre”, caratterizzato dalle antichissime botteghe per la fabbricazione della carta; fu anche presidio fortificato del Ducato di Camerino durante la Signoria dei Varano. Oggi e’ un centro prettamente industriale, sempre legato alla produzione della carta.

L´audioguida

La visita

Dal parcheggio limitrofo ai giardini pubblici puoi raggiungere la chiesa di San Francesco ed il convento francescano (ora sede comunale) con l’annesso chiostro. Da qui o percorrendo un sentiero sulla roccia o attraversando le vie del centro storico puoi raggiungere il sentiero naturalistico “Li Vurgacci”, inoltre attraversando le vie del centro è possibile giungere all’antico lavatoio sul fiume Scarsito. Sempre dal parcheggio è possibile raggiungere la zona degli impianti sportivi con annesso parco giochi e proseguendo in direzione di Fiuminata si raggiunge la pista pedonale/ciclabile che costeggiando il Fiume Potenza conduce alla “Madonna di Costa Eletta”. Presso la sede comunale visita il museo della Carta e della Filigrana e la gualchiera prolaquense, dove potrai assistere ad una dimostrazione della fabbricazione carta a mano. Presso il polo museale in Via Antonino Pio è allestito il museo dei fossili e funghi.

Da non perdere

Sentiero naturalistico “Li Vurgacci”

Per approfondimenti vai alla sezione turismo del sito del comune di Pioraco.

Top