Enogastronomia

Terreni di San Severino

Terreni di San Severino

Il Comune di San Severino Marche ha il suo vino Doc: “I terreni di San Severino”, di cui ne esistono quattro tipologie: Rosso, Rosso superiore, Rosso passito e Moro. Sono dei vini che richiedono un periodo minimo di invecchiamento dai 18 ai 24 mesi.

Zona di produzione: l’area comprende l’intero territorio del comune di San Severino, in provincia di Macerata.

Vitigni: il vino I Terreni di San Severino rosso, anche nelle tipologie di Passito e Superiore, si ottiene da Vernaccia nera, minimo 50%. Possono concorrere alla produzione tutte le varietà a bacca nera, non aromatiche, fino ad un massimo del 50%. I Terreni di San Severino Moro si ottiene dal vitigno Montepulciano, minimo 60%; possono concorrere alla produzione tutte le varietà a bacca nera, non aromatiche, fino ad un massimo del 40%.

Temperatura di servizio consigliata: 14-16 ° C

Bicchiere consigliato: calice da degustazione.

CARATTERISTICHE

I Terreni di San Severino rosso

Aspetto: rosso rubino

Profumo: gradevole, complesso

Gusto: sapido, armonico, tipico, caratteristico.

Gradazione alcolica: 12,5° % vol.

I Terreni di San Severino Rosso Superiore

Aspetto: rosso rubino intenso.

Gusto: sapido, armonico, tipico, caratteristico.

Profumo: gradevole, complesso

Gradazione alcolica: 12,5 °% vol.

I Terreni di San Severino Rosso Passito

Aspetto: rosso rubino chiaro tendente al granato

Gusto: sapido, vellutato, gradevolmente amabile o dolce.

Profumo: intenso, caratteristico dell’appassimento.

Gradazione alcolica: 15,5 ° % vol.

Abbinamenti

Vino di grande struttura che si accompagna a tagliatelle a sugo di lepre ed ai primi piatti ricchi di sugo. Ottimo l’abbinamento a carni bianche, rosse, cacciagione in preparazioni succulente, aromatiche ed a formaggi di media stagionatura.
La tipologia Passito si abbina piacevolmente a dolci dai più semplici ai più strutturati, anche a base di cioccolato e formaggi stagionati.

Tratto da “Vini della Provincia di Macerata“.

Top